Wie gefährlich ist Mikroplastik eigentlich? | Sattvii®

Quanto è pericolosa la microplastica in realtà?

Le microplastiche ora si trovano ovunque, nell'Artico, nei fiumi o persino nelle feci umane. Ma da dove viene effettivamente la microplastica?

Le microscopiche particelle di plastica possono, ad esempio, staccarsi dai vestiti lavarsi ed entrare nell'impianto di trattamento delle acque reflue attraverso i rifiuti acqua. Lo sapevi che ad ogni lavaggio i capi perdono fino a 2.000 fibre di plastica che il la lavatrice non riesce a prendere?

Approssimativamente il 35 percento delle microplastiche nel mare proviene dall'abrasione delle fibre dei lavaggi tessili. È quanto ha scoperto uno studio dell'Unione internazionale per la conservazione della natura. Pertanto, le fibre tessili sono tra la fonte microplastica numero uno in termini di inquinamento marino.

Ora sai già come le microplastiche entrano nell'impianto di trattamento delle acque reflue - attraverso le acque reflue dalla lavatrice o dalla toilette. Prossimo problema: attraverso i cosiddetti fango di depurazione, le microplastiche ora arrivano nei nostri campi come fertilizzante e quindi automaticamente nel piano. E da lì attraversa allagamento nel mare e nei nostri fiumi.

A Manchester sono stati esaminati dieci fiumi su questo argomento. Ciascuno di essi conteneva microplastiche in campioni di sedimenti e suolo. I ricercatori sono stati in grado di identificare più di mezzo milione di particelle di plastica per metro quadrato letto del fiume.

Anche interessante:

Cosa c'è dietro la plastica?

materiale miracoloso acciaio inossidabile

Plastikflasche Draufsicht

Nelle indagini sul o nel Danubio, i ricercatori sono stati in grado di determinare che a volte più particelle di plastica< Guida t4> come larve di pesce. Secondo le stime, il fiume conteneva in media 317 particelle di plastica e solo 275 larve di pesce in circa 1000 metri cubi d'acqua.

E com'è la situazione in campagna? Qui il problema è ancora più grave. A seconda dell'ambiente, è stata scoperta da da 4 a 23 volte la quantità di microplastica che si trova altrimenti negli oceani. Ciò significa che le microplastiche entrano in natura attraverso l'uso industriale, ma anche attraverso noi consumatori.

Purtroppo, al giorno d'oggi sono ancora troppe le persone che gettano nell'ambiente con noncuranza imballaggi, borse e bottiglie. Queste cose sono per lo più fatte di plastica e non possono marcire: le microplastiche sono create da questo processo di invecchiamento e decadimento.

Dove puoi ancora trovare microplastiche è, ad esempio, nell'aria. Gli scienziati pensano che le microplastiche si trovino nell'atmosfera e per precipitazioni come pioggia o neve sparse per terra.

Uno studio fornisce anche prove di queste ipotesi: i ricercatori dell'Alfred-Wegener Institute hanno ora per la prima volta in I campioni di neve possono rilevare microplastiche. Questi includono, ad esempio, l'abrasione della gomma e la plastica in nylon e vernice.

Parola chiave vento: le microplastiche sono piccole e leggere paragonabili a polvere . Pertanto, può essere "preso" dal vento molto facilmente. Le microplastiche sotto forma di fibre galleggiano particolarmente bene.

Gli scienziati di Spitsbergen hanno raccolto alcuni dei campioni emersi dall'aria e hanno trovato 14400 particelle per litro bloccato su un banco di ghiaccio. Questo valore è particolarmente alto e può essere determinato solo in un singolo campione. Tutti gli altri campioni erano al di sotto di 1.000 particelle per litro.

Purtroppo non è ancora possibile dire esattamente quanta plastica può essere trasmessa nell'aria. Ci sono anche altri fattori in gioco. Ad esempio, dipende anche da quanto erano forti le correnti d'aria quando ha nevicato. Più dati, più precise affermazioni possono fare gli scienziati.

Plastikdeckel

Dove puoi trovare le microplastiche?

Troviamo già microplastiche in un'ampia varietà di prodotti nella vita di tutti i giorni: i tessuti in pile, ad esempio, non sono altro che fibre di poliestere, solo ulteriormente sviluppate. Lo stesso vale per spugne e stracci per la pulizia, anch'essi realizzati con fibre di plastica. Ad esempio, se lavi i piatti, le particelle si staccano, che poi getti nello scarico.

Affinché il detersivo liquido mantenga la sua consistenza, qui vengono utilizzate anche particelle di plastica come il polietilene e aggiunte alla composizione. Il polietilene è economico e può essere utilizzato in molti modi. Ad esempio lo trovi nei prodotti cosmetici perché è l'ideale per legare i liquidi. Puoi anche trovare il polietilene negli scrub.

Le piccole particelle sono perfette come "abrasivi" perché puoi usarle per rimuovere le vecchie cellule della pelle. Plastic-free alternative sono offerte da alcuni fornitori che utilizzano sabbia o cocco gusci invece di particelle di plastica, poiché in realtà ottengono lo stesso effetto.

Microplastiche nell'acqua? Purtroppo sì, perché come hanno potuto scoprire i ricercatori dell'Università di Münster, le microparticelle si trovano anche nelle bottiglie d'acqua convenzionali. A tale scopo sono state esaminate 38 acque minerali e in ciascuna di esse i ricercatori hanno trovato particelle microplastiche più piccole dei globuli rossi.

E le bottiglie di vetro? La maggior parte delle particelle è stata trovata in bottiglie di plastica a rendere così come in bottiglie di vetro - circa 300 particelle per litro.

Secondo la ricercatrice Darena Schymanski, i residui nelle bottiglie in PET usa e getta erano addirittura significativamente inferiori. Cosa c'è dietro? Le bottiglie a rendere possono essere riciclate fino a 50 volte.

Se usi queste bottiglie più spesso, l'interno della bottiglia potrebbe diventare ruvido nel tempo, causando il rilascio di microparticelle nell'acqua. Non hai questo problema con le bottiglie usa e getta, in quanto hanno una superficie interna molto liscia e quindi meno particelle "si bloccano".

Ma quello che è stato molto sorprendente è stato il risultato delle bottiglie di vetro. Qui anche i ricercatori sono rimasti stupiti. Nel caso del vetro, i ricercatori presumono che la pulizia della bottiglia permetta alle microparticelle di penetrare all'interno.

E il cibo? Ci sono pochi dati sulla presenza di microplastiche negli alimenti. Le microparticelle potrebbero essere rilevate in alcune specie di pesci, ma principalmente nel contenuto dello stomaco e dell'intestino, secondo l'Ufficio investigativo chimico Munstland-Emscher-Lippe. Fortunatamente, il contenuto del pesce viene rimosso in anticipo. Fino a che punto questo influisca sul resto del pesce è ancora alquanto discutibile. Inoltre, le particelle di plastica potrebbero essere rilevate anche in sale e cozze.

Dopo queste righe, probabilmente ti sembra che le microplastiche si trovino ovunque.Fortunatamente non è del tutto vero, gli scienziati concordano sul fatto che alcune cose sono prive di microplastiche: piante, strati più profondi della terra, falde acquifere e pietre. Almeno qualcosa.

Menschen mit Plastikbechern

Stiamo ingerendo microplastiche?

I ricercatori dell'Agenzia federale dell'ambiente affermano che possiamo assorbire le particelle di plastica più piccole attraverso l'acqua in bottiglia o il cibo e queste possono accumularsi nei nostri tessuti.

Ma è anche importante ricordare: abbiamo meccanismi naturali per bloccare queste particelle, come le nostre membrane mucose . Questi ci proteggono dai granelli di sabbia che potremmo ingoiare accidentalmente.

Purtroppo, nonostante tutto, le microplastiche possono accumularsi nei nostri corpi e causare infiammazioni. Finora, questa affermazione è supportata solo da ipotesi.

Come esattamente e se possiamo assorbire le microplastiche dall'aria è ancora molto inesplorato. Le particelle nell'aria sono così piccole che difficilmente possono essere misurate e si presume che ci siano particelle molto più piccole che non possono ancora essere misurate con i dispositivi attuali. Queste particelle potrebbero entrare nei nostri polmoni attraverso la respirazione, ma cosa succede esattamente allora non è ancora chiaro.

verwüsteter Strand

Quale contributo diamo da Sattvii?

Noi di Sattvii gestiamo un'attività sostenibile e ambientale consapevole Filosofia aziendale. Per noi il cliente è il re e facciamo tutto il possibile per aiutare l'ambiente con i nostri pranzi al sacco. Ecco perché i nostri prodotti sono completamente privi di plastica e durano una vita. Offriamo contenitori per il pranzo per bambini, contenitori per il pranzo per la scuola e contenitori per il pranzo per la scuola materna.

Certo che puoi anche entrare nel mondo dei "preparatori pasti" per il lavoro e avere sempre con te un pasto ricco e salutare. Non sei sicuro? Non esitare a visitare il nostro consulente per gli acquisti!

Ci auguriamo di essere stati in grado di darvi un'idea dell'argomento "microplastiche" con l'articolo di oggi.

Se hai ancora domande, contattaci tramite Mail e ti aiuteremo nel miglior modo possibile.

Brotdose

.
Torna al blog

Nachhaltige Brotdosen von Sattvii entdecken:

Wir haben eine klimaneutrale Brotdose entwickelt, die garantiert ohne CO2, Plastik oder BPA auskommt.